Storia del lotto

La nascita del Lotto in Italia non può contare su elementi sicuri e la difficoltà più grande nel inquadrare la sua nascita consiste nel considerevole numero di giochi molto simili al lotto precedenenti alla versione ufficiale giocata tuttoggi.

Sembra essere prassi comune però quella di far risalire le prime notizie ufficiali relative al gioco del Lotto intorno al 1620. Da quell’anno infatti a Genova, il gioco del lottoviene regolamentato. Nella città ligure si era soliti effettuare scommesse su eventi che oggi possono sembrare singolari, come ad esempio sulla elezione dei senatori nelle città. Tutto questo accadeva comunque in un’epoca in cui il gioco era vietato e contrastato negli altri stati italiani e anche nello stato pontificio, per motivi di ordine morale.

Nel 1728 Papa Benedettò minacciò la scomunica per tutti coloro che avessero partecipato mentre il suo successore Clemente XII riammise il gioco, i cui proventi  furono destinati alla beneficenza. Nel 1734 il gioco del Lotto compare per la prima volta anche a Venezia e successivamente il gioco è regolamentato in tutta Italia. Perchè?Per un semplice motivo: lo stato ha capito che creando un monopolio intorno a questo gioco si guadagnano un sacco di soldi

Nel 1863 ormai il gioco è diffuso in tutta Italia ed è giocato in 6 differenti ruote ovvero: Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Torino e Venezia. Si arriverà poi a 10 con l’inserimento delle altre città e poi a 11 con l’inserimento della ruota nazionale (2005). Ad oggi è possibile addirittura giocare online al gioco del lotto ed a tutte le sue varianti, compreso il gioco del 10elotto e del superenalotto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>